Sicilia #Viaggioa8Zampe: Siracusa e la costa Sud

Bastano 30 minuti di traghetto per sbarcare in quest’isola meravigliosa, la più grande del mar Mediterraneo e lasciarsi la terraferma alle spalle. Visitare la Sicilia è un’emozione continua, le cose da vedere sono infinite: i colori, i profumi e i sapori di questa terra hanno un effetto magnetico da cui è veramente difficile separarsi.

Alle volte non serve andare lontano per trovare quello che si cerca. Questo viaggio in Sicilia ne è la dimostrazione: spiagge meravigliose con un mare bellissimo, cibo squisito e un’accoglienza straordinaria mi hanno fatto riscoprire il nostro Paese. C’è una novità però, questa volta non ero sola! Eravamo due umani e un cane: 8 zampe.

Partenza da Milano a bordo di un’eroica Jeep Gran Cherokee e dopo una tappa a Siena e una a Tropea, ci imbarchiamo sul traghetto da Villa San Giovanni in Calabria per attraversare lo stretto di Messina con destinazione Fontane Bianche.

Avevamo prenotato una splendida villetta con giardino a 12 km da Siracusa proprio vicino alla spiaggia di Fontane Bianche. La casa accontentava le esigenze di tutti: spaziosa, ariosa, fresca, colorata e Onice si divertiva a tormentare le sfortunate lucertole in giardino. Oltre alla spiaggia di Fontane Bianche a 100 metri da casa c’era un sentiero che portava a un’immensa scogliera che davano forma a delle piscine naturali. Lo percorrevo ogni mattina con Onice per dare il buongiorno al mare seguito da una serie di tuffi rinfrescanti, poi colazione con granitina alle mandorle e brioche: CHE LUSSO!

 

La spiaggia di Fontane Bianche è molto bella: sabbia bianca e acqua cristallina anche se molto affollata. Per perdersi in un paradiso naturale meglio andare nella riserva di Vendicari, si cammina un po’ ma il traguardo merita. Una spiaggia magnifica e facile da raggiungere è anche San Lorenzo, una distesa d’acqua turchese e la sabbia più chiara e fine che io abbia mai visto. Il fondale dolcemente digradante lo rende un posto perfetto anche per i bambini. Questa parte è ben attrezzata: lettini, ombrelloni, bar, ristoranti e tutto quello che serve per garantire completo relax. Purtroppo non tutte le spiagge sono dog friendly, per cui alcune volte abbiamo lasciato la nostra cagnolina con le lucertole in giardino a fare la guardia mentre noi siamo andati a goderci il bellissimo mare.

IMG_9125

In altri lidi invece, tipo la spiaggia libera di San Focallo (Ispica), nessuno vi dirà nulla se avete con voi il vostro amato animale a 4 zampe. Piccole dune e una splendida fila di eucalipti e acacie, rendono caratteristica questa parte di litorale e il mare è ovviamente azzurro e cristallino come in tutta la Sicilia. Qui Onice si è divertita a giocare con le onde e scavare nella sabbia per poi crollare esausta all’ombra dell’ombrellone. Prima di distendersi fra le dune al sole consiglio di fare tappa Da Biagia un angolino gastronomico in cui troverete cibo in abbondanza da gustare sotto l’ombrellone. Lo Scifo (una sorta di pizzetta farcita come più vi piace) è veramente buono!

Fontane Bianche si è rivelata la location perfetta per visitare Siracusa e perdersi nelle stradine della parte antica: Ortigia. Da non perdere anche Noto e Marzamemi un borgo marinaro frazione di Pachino che sorge intorno alla tonnara. Oppure più vicino c’è il porto di Ognina che regala tramonti meravigliosi!

 

Agrigento e la scala dei Turchi

La Scala dei Turchi, un monumento naturale che lascia senza parole per il sua maestosità e candore. Si tratta infatti di una gigantesca parete rocciosa bianca a forma di una scalinata, che si erge a picco sul mare. Qui, secondo la leggenda, nel ‘500, i turchi approdarono nel territorio in Sicilia.

La Scala, cito wikipedia, è costituita di marna, una roccia sedimentaria di natura calcarea e argillosa, con un caratteristico colore bianco puro. Tale scogliera dal singolare aspetto si erge in mezzo tra due spiagge di sabbia fine, e per accedervi bisogna procedere lungo il litorale e inerpicarsi in una salita somigliante a una grande scalinata naturale di pietra calcarea. Una volta raggiunta la sommità della scogliera, il paesaggio visibile abbraccia la costa agrigentina fino a Capo Rossello. Tutta quest’area non è permesso l’accesso ai cani, ma ammetto che abbiamo infranto le regole e ci siamo divertiti con Onice a tuffarci dalla Scala!

 

Se portate in spiaggia il vostro animale a 4 zampe ricordatevi di verificare sempre con anticipo se le spiagge permettono l’ingresso ai cani. Ricordatevi che loro non amano stare al sole come noi e hanno bisogno di  ombra. Per cui munitevi di ombrellone e assicuratevi di avere sempre una ciotola d’ acqua fresca. Ricordatevi poi la buona educazione e di pulire ogni volta che il vostro cane sporca.

3 commenti Aggiungi il tuo

Rispondi