Donne in viaggio da sole: 10 consigli utili

Ogni volta che parlo dei miei viaggi, mi viene chiesto se non ho paura di viaggiare da sola. La risposta è sì, ma non rinuncerei mai a farlo.

Non sempre riesco a trovare amici che possono venire con me, ma questo sicuramente non mi ferma dal partire. Per cui supero la mia paura e salgo sul mio volo. Basta prendere dei piccoli accorgimenti e lasciarsi andare per vivere una delle migliori esperienze della vostra vita!

A cosa bisogna fare attenzione quando si viaggia da sole? Dato che me lo chiedete in molte vi do 10 piccoli consigli su come affrontare un viaggio da soli, soprattutto per noi donne :).

10 consigli per donne che viaggiano da sole

Viaggiare da sola è una delle esperienze che suggerisco sempre. E’ un momento di confronto, di riflessione e allo stesso tempo è un’esperienza di assoluta libertà. Credo non ci sia nulla al mondo di più rigenerante: scoprire nuovi posti, conoscere nuova gente e vivere nuove avventure. Tutto questo in assoluta autonomia. Ogni volta che si supera un piccolo intoppo dall’altra parte del mondo la nostra autostima sale a 1000, ci si sente indipendenti e forti facendoci sentire un po’ Wonder Woman 🙂 .

Per questo ve lo  ripeto con tutto il cuore: non lasciatevi spaventare e lanciatevi alla scoperta di un nuovo Paese da sole. Per chi di voi seguirà il mio suggerimento un super applauso e 10 consigli utili per intraprendere il vostro primo viaggio da sole.

1. Scegliete la meta giusta e informatevi prima di partire

La scelta di una destinazione adatta a voi è fondamentale, tanto quanto informarsi sulle abitudini e sui costumi della popolazione locale. Per il vostro primo solo female travel scegliete con cura la vostra meta in modo da evitare Paesi che non apprezzano donne in viaggio da sole. Informatevi sul sito Viaggiare Sicuri o sulle guide turistiche in modo da capire se la meta è adatta alla vostra prima esperienza all’estero in solitaria.

Per esempio, mi sono trovata molto bene in tutte le città europee, ma anche in Asia (Vietnam, Indonesia) e Stati Uniti…. ma altri Paesi come il Marocco (che adoro) non ve lo consiglio come prima destinazione da sole.

La preparazione della valigia è fondamentale, provate a capire il tipo di abbigliamento da portare con voi in modo da non mancare di rispetto alla popolazione locale. Se le donne del Paese che visiterete usano abiti coprenti che non lasciano scoperte gambe e braccia, fate lo stesso. Questo vi servirà anche a non dare troppo nell’occhio.

2. Portate solo cio’ che e’ necessario

Prima di partire tirate fuori tutto ciò di cui credete di aver bisogno, bene ora mettete in valigia solo la metà delle cose. In viaggio non vi serviranno tutti quei vestiti e viaggiare con bagagli pesanti non è comodo né pratico soprattutto se non avremo con noi nessuno che ci può aiutare.
Portatevi borse a tracolla e zainetti! E’ meglio essere agili. Se al vostro arrivo vi rendete conto di non avere con voi qualcosa di veramente indispensabile… quale scusa migliore per fare shopping!

3. Credete in voi stesse

All’inizio del vostro viaggio probabilmente non sarete perfettamente a vostro agio e vi sentirete un po’ vulnerabili. Tutta l’organizzazione sulle vostre spalle, il pensiero di non perdere niente, ricordarsi dove avete il passaporto, non perderlo, capire il cambio con la valuta locale e allo stesso tempo orientarvi. E’ normale sentirsi un po’ spaesati ma prima di uscire dalla vostra stanza/casa  fate un bel respiro profondo e provate a fingere un’aria sicura. Vi sembrerà banale, ma può essere molto utile.

Donne dall’aria confusa che viaggiano da sole, con scritto in fronte “TURISTA” possono attirare l’attenzione delle persone sbagliate. Meglio evitare e camminare con una postura dritta provando ad assumere una sicurezza naturale (all’inizio potete fingere ma poi vi verrà spontanea), non siate spaventate da qualsiasi cosa vi passi vicino, sorridete e siate ben predisposte e positive.

Ciò non significa che se una situazione non vi fa sentire a vostro agio, o pensiate possa essere pericolosa non dobbiate fare nulla. Ascoltatevi e allontanatevi subito e per cercate aiuto. Non confondete la sicurezza con il non intervenire prontamente.

4. Pianificate in anticipo e cercate di viaggiare di giorno

E’ sempre utile pianificare per tempo i vostri spostamenti in modo da diminuire la possibilità di imprevisti. Se potete cercate di evitare di spostarvi da sole durante la notte. Se è proprio necessario fare degli spostamenti lunghi assicuratevi di farli in mezzi sicuri (evitate di fare l’autostop). Se dovete muovervi in treno oppure prendete scompartimenti separati o cuccete in cui potete chiudervi dall’interno così potrete dormire tranquille.

Prima di ogni spostamento verificate se ci sono informazioni dell’ultimo minuto e se veramente avete le informazioni corrette. Un altro suggerimento è quello di scrivere l’indirizzo del vostro hotel o destinazione in caso dobbiate chiedere indicazioni e non siate certe della vostre pronuncia.

 

5. State attente ai vostri affetti personali

Sono abituata a viaggiare con la mia fotocamera, la GoPro, Smartphone e tal volta anche il Mac. Potete immaginare che  questi oggetti possano attrarre le persone sbagliate. Cercate di non ostentare e di essere cauti. Girare con il telefono in mano o con la borsa aperta in strade affollate non è mai una buona abitudine. Soprattutto se vi trovate dall’altra parte del mondo da sole.

Quando andare in giro a visitare cercate di tenere soldi, passaporto  sempre con voi in una tasca comoda da raggiungere per voi, ma non per eventuali borseggiatori, in modo da poterli esibire facilmente in caso di necessità ma allo stesso tempo sicura. Una borsettina porta documenti da tenere a tracolla può essere molto pratica!

Se doveste perdere il vostro passaporto o i vostri affetti personali (vi auguro di no) andate subito al Consolato Italiano.

6. Soldi e Carte di credito

Ogni volta che viaggio da sola ho problemi con la carta di credito! Vi assicuro che è una vera scocciatura. Per non farvi rovinare a vacanza prima di partire controllate con la vostra Banca che la vostra Carta sia abilitata per le transazioni dal Paese in cui state andando e verificate quanto può costare prelevare dall’estero (a volte fino a 5 euro). Alcune carte poi richiedono un pin per prelevare, ricordatevelo! Cercate di partire già con un po’ di contanti nella valuta locale o informatevi se è abitudine pagare in euro o dollari.

Non dappertutto è possibile pagare con Carta di Credito, per cui assicuratevi di avere contanti a sufficienza.

Ricordatevi di tenere i vostri averi in un posto sicuro, meglio poi avere contanti e carte di credito in posti separati. Avere un piccolo budget di scorta e una fotocopia del passaporto in un posto segreto (scarpe, reggiseno) può rivelarsi un piano di riserva vitale.

7. Non sarete mai sole

Veniamo alla parte divertente. partire da sole non significa che per tutta la durata del vostro viaggio non parlerete con nessuno e soffrirete di solitudine. infatti viaggiare da soli è il modo migliore per conoscere altre persone. Sicuramente incontrerete altri viaggiatori con cui potrete scambiarvi racconti di viaggio e consigli utili o che potrebbero diventare i vostri partner di viaggio.  Stando da soli sarà assolutamente naturale e spontaneo iniziare una conversazione con un perfetto sconosciuto  solo chiedendo “da quanto stai viaggiano? dove sei stato? dove sei diretto?” e non smetterete più di parlare.

Oppure si può avere la fortuna di conoscere la gente del posto che vi riempirà di domande e al tempo stesso non vedrà l’ora di raccontarvi aspetti delle loro abitudini e vi farà vivere esperienze uniche e indimenticabili che nessuna guida potrà mai raccontarvi.

Quando conoscete qualcuno però è sempre meglio non dire che state viaggiando da sole. E’ sempre meglio essere cauti. Per cui  se vi trovate in una situazione “strana” potete sempre dire che i vostri amici vi stanno aspettando da qualche parte o che il vostro ragazzo vi sta raggiungendo e allontanarvi.

 

8. Keep in touch! Usate i Social Network.  

Restate in contatto con i vostri amici sui social! Condividere le vostre foto e i vostri spostamenti con i vostri amici non è solo un modo per fare vedere quante esperienze state vivendo ma vi farà sentire più sicure.

Con il fuso orario alle volte è difficile mettersi in contatto con la famiglia. Ma condividere le vostre foto su Instagram , Facebook o mandare un messaggino con Wathsapp non appena trovate un wifi è un modo facile e comodo per rassicurare tutti che state bene e che ve la state passando alla grande!

Non passate però le vostre giornate chiuse in stanza su Skype.. andate in giro ed esplorate… siete partite per vedere il mondo!

9. Attenzione ai drink

Non c’è nulla di meglio di bersi una birra o un cocktail insieme per fare amicizia. Non esagerate però! Bere troppo non è mai consigliabile, soprattuto se state viaggiando da sole. Limitatevi e cercate di ricordare quali sono i vostri limiti in modo da evitare di essere troppo vulnerabili.

In tanti Paesi poi bisogna fare attenzione a bere solo acqua della bottiglia, per cui qualsiasi cosa beviate chiedetela senza ghiaccio..

10. Relax

Siete arrivate qui per vedere un’altra parte di mondo per cui, non chiudetevi in stanza uscite ed esplorate. Respirate gli odori, assaggiate il cibo locale sorridete a chi vi guarda con curiosità e a chi vorrà aiutarvi e divertitevi!

Il vostro primo viaggio da sole sarà indimenticabile!!!

 

P.s. Ho scritto questi consigli anche come remind per esperte viaggiatrici che ogni tanto se li dimenticano, tipo me. Nei miei ultimi viaggi ho sbagliato prenotazioni, fatto l’autostop, viaggiato di notte, mi hanno bloccato la carta di credito, ho diemnticato il pin della carta di credito e bevuto l’arak (alcol indnesiano di fabbricazione casalinga altamente sconsigliato dalla Lonely Planet).

Ho superato tutto e mi sono sempre divertita tantissimo, grazie anche alle persone fantastiche che ho conosciuto in viaggio, se volete saperne di più continuate la lettura:

Un commento Aggiungi il tuo

  1. Provo molta stima per le donne che viaggiano da sole. A dire il vero la stima è per i viaggiatori solitari di entrambi i sessi per quanto riguarda le palle per fare ciò che si desidera e per la gestione della solitudine, mentre le donne mi incuriosiscono di più perchè per loro c’è anche il problema pericolo che è decisamente superiore.
    Anzi, direi che resto quasi incredulo. Io vedo donne che si fanno scrupoli anche ad andare al parco da sole perchè ci sono dei gruppi extracomunitari ringalluzziti.
    E pure io ,che non sono desiderabile dal punto di vista carnale, in certe situazioni faccio “passi lunghi e ben distesi” simulando una sicurezza da rambo.

    Ma la verità è che ,più che per la gestione della solitudine e dell’insicurezza, questi viaggiatori (di qualunque sesso) mi affascinano perchè hanno gioia di vivere e pensiero positivo, mentre attorno a me vedo solo gente che passa l’esistenza a riprodursi e a far mangiate. L’unico divertimento è mangiare.
    Se si propone qualcosa che richiede un minimo di entusiasmo hanno tutti un sacco di impegni, ma se si propone una mangiata ci stanno tutti. Ovviamente con le gambe sotto al tavolo, mica un picnic con grigliata.

    Per forza che poi ,se uno vuol far qualcosa di diverso, deve farlo da solo.

Rispondi