Vietnam: istruzioni per l’uso

Il Vietnam è un Paese fantastico ed estremamente vario. La parte settentrionale è montagnosa, verde e con le sue minoranze etniche offre un mix di colori mozzafiato. Poi l’incantevole e caotica Hanoi: un miscuglio di influenze francesi, coloniali e di stile vietnamita. Scendendo verso sud si incontrano spiagge, templi, villaggi, città (fra cui la mia preferita Hoi An), ma anche i segni della guerra fino ad arrivare alle pianure alluvionali del delta del Mekong e ad Ho chi Min, città modernissima e in continua evoluzione.

Quando sono partita, mia mamma e i miei amici erano preoccupati. Informo tutti che la guerra in Vietnam è finita! E questa strisciolina di terra nel Sud Est asiatico è un posto assolutamente sicuro. Ci sono alcune informazioni utili da sapere prima della partenza per rendere questo soggiorno ancora più piacevole.

Il Vietnam ha molto da offrire, per questo è la meta perfetta sia per chi ha voglia di una vacanza rilassante sia per chi è alla ricerca di un po’ di avventura. I miei consigli sono il frutto dell’esperienza diretta: un viaggio da sola durato 18 giorni. Sono partita da Hanoi nel nord, visitando Halong Bay e poi procedendo verso sud ho visitato Hue, Hoi An, Nah Trang fino ad arrivare nella modernissima Ho Chi Min.

vietnam_treno

COME SPOSTARSI

Il mio è stato un viaggio low cost, spostandomi principalmente in treno o con lo sleeping bus. Con questi due mezzi si può raggiungere ogni città facilmente con costi contenuti.

Per andare da Hanoi a Hue ho preso il treno di notte: un’esperienza da provare. I vagoni si muovono lenti sulle rotaie e hanno un ritardo fisiologico di almeno un’ora. Gli interni sono interamente in legno. In ogni scompartimento ci sono 4 mini cuccette e lo spazio per i bagagli è limitato, ma è tutto estremamente affascinante e caratteristico. Una volta partito il treno sembra di essere in un bazar, i viaggiatori trasportano qualsiasi cosa: motorini, galline vive e non, le famiglie si scambiano le pietanze e a questo si aggiungono i fortissimi odori del carrellino del food.

Non avendo nessun problema ad addormentarmi ho riposato benissimo fino alle prime luci del mattino , uscita dallo scompartimento sono rimasta nel corridoio ad ammirare la natura risvegliarsi. Uno spettacolo.

Un altro sistema comodissimo per spostarsi in Vietnam è quello degli Sleeping bus creati per i turisti. Meno caratteristici ma più veloci, più silenziosi e profumati. Si possono acquistare degli open ticket per spostarsi in tutto il Vietnam e comunicare i propri spostamenti tappa per tappa con 1 o 2 giorni di preavviso.

E’ possibile acquistare i biglietti del treno e per lo sleeping bus in qualsiasi agenzia di viaggi locale.

Per spostarsi all’interno delle città è possibile tranquillamente noleggiare un motorino o chiedere un passaggio ai mille mototaxi, divertentissimo! Il Vietnam è il Paese degli scooter, ci sono code interminabili ai semafori e corsie in autostrada dedicate solo a moto e motorini!

Raccomandazioni: se noleggiate uno scooter prima di mettersi in viaggio controllare se c’è benzina a sufficienza. Secondo consiglio: gli scooter sono fatti per andare sulla strada non sulla sabbia…Mai andare in spiaggia in motorino!

 

Se preferite non prendere mezzi pubblici ho conosciuto molti ragazzi che al loro arrivo hanno acquistato una moto e attraversavano il paese con quella. Oppure potete tranquillamente prendere una auto a noleggio con conducente.

 

DOVE DORMIRE

In Vietnam è possibile alloggiare in storici Hotel di lusso, in villaggi turistici o in pensioni economiche e posti per backpackers. I grandi hotel hanno piscine maestose e ogni sorta di comfort. Ovunque anche nelle pensioni più modeste troverete wifi e aria condizionata.

Per un viaggio low cost consiglio la catena Vietnam backpacker Hostel, hanno strutture pulite, molto accoglienti ad Hanoi, Hue e Hoi An. Organizzano tour e tantissime serate (non tipicamente vietnamite) ma divertenti.

IL CLIMA

Il Vietnam con il suo clima tropicale è visitabile tutto l’anno. Ma c’è molta differenza fra nord e sud. Da aprile ad ottobre il monsone  con le sue piogge forti porta un clima caldo umido su tutto il paese. Nei mesi invernali (da novembre a febbraio) il clima è più asciutto.

img_5490

DOCUMENTI E VISTO

Per l’ingresso in Vietnam è necessario avere un passaporto valido per almeno 6 mesi. Il visto non è necessario per soggiorni inferiori ai 15 giorni e ingresso singolo, fino al 30 giugno 2017.

Per soggiorni superiori ai 15 giorni si può richiedere il visto:
1) presso l’Ambasciata del Vietnam in Italia;
2) collegandosi al sito https://immigration.gov.vn ed espletando la procedura di emissione del visto online;
3) all’arrivo in aeroporto (c.d. “visa on arrival”), con un costo aggiuntivo per il servizio, esclusivamente a condizione che: nel Paese di provenienza non vi sia una Ambasciata vietnamita; per ingressi di emergenza, dovuti a ragioni umanitarie e missioni tecniche; il visto sia richiesto da un’Agenzia di viaggio vietnamita accreditata presso le Autorità locali, con una speciale procedura.

Nel caso del visa on arrival il visitatore dovrà presentarsi all’apposito sportello presso gli aeroporti internazionali munito di fotografie formato tessera e di copia dell’autorizzazione alla concessione del visto rilasciata dal Dipartimento Immigrazione del Ministero della Pubblica Sicurezza del Vietnam. Tale documento dovrà essere inoltrato via fax o via e-mail ai visitatori dall’agenzia turistica di appoggio vietnamita prima della data di partenza. In assenza di tale documentazione la compagnia aerea prescelta potrebbe rifiutare l’imbarco.

Le normative spesso cambiano meglio controllare le informazioni sul sto Viaggiare Sicuri.

Se ancora non ne hai abbastanza ecco alcuni racconti dei miei viaggi:

6 commenti Aggiungi il tuo

  1. lestrigonieciclopi ha detto:

    Quanti ricordi…il Vietnam mi ha fatto innamorare del Sud Est asiatico. Bel resoconto! Ho fatto lo stesso viaggio, ma partendo da Ho-Chi-Min!

Rispondi